Contattaci

Il grazie dei Poveri Servi e la partecipazione del Pime

Oltre ad aver espresso il proprio cordoglio già nelle primissime ore successive alla scomparsa di Enrica Sangiorgio e ad aver partecipato alle sue esequie con una folta rappresentanza di sacerdoti, fratelli e collaboratori, i Poveri Servi della Divina Provvidenza dell’Opera Don Calabria – responsabili della missione di Marituba – hanno manifestato la loro vicinanza agli amici erbesi con un testo pubblicato sul loro sito, in cui si legge: «Nella mattinata di giovedì 29 agosto è tornata alla Casa del Padre la signora Enrica Sangiorgio, presidente dell’associazione “Amici di mons. Pirovano” di Erba. Enrica, che aveva 84 anni, era molto legata alla missione di Marituba e aveva collaborato fianco a fianco con il suo fondatore monsignor Aristide Pirovano. Alla morte di quest’ultimo, nel 1997, Enrica diventò presidente dell’associazione a lui dedicata e in questa veste si impegnò moltissimo per sostenere e promuovere le attività della missione di Marituba, la cui gestione nel frattempo era passata all’Opera Don Calabria». «Come Opera vogliamo esprimere tutta la nostra gratitudine per il dono che Enrica ha rappresentato per noi e per tante persone bisognose in Brasile – prosegue il testo -. Anche la nostra comunità di Marituba è rimasta profondamente colpita da questa notizia e ha inviato un messaggio di gratitudine e di ricordo. Siamo inoltre vicini con la preghiera e con l’affetto ai familiari di Enrica e a tutta l’associazione “Amici di mons. Pirovano”».

Anche il Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime), a cui padre Aristide apparteneva e di cui fu Superiore generale, ha espresso la propria sentita partecipazione con un telegramma del Superiore generale, padre Ferruccio Brambillasca: «Amici tutti dell’Associazione, il Superiore generale del Pime, padre Ferruccio Brambillasca, si unisce al dolore per la scomparsa della cara Presidente Enrica Sangiorgio. A nome di tutto l’Istituto, assicura il ricordo nella preghiera, certo che la cara Enrica continuerà dal cielo in modo nuovo l’opera dell’Associazione». La Presidente è stata ricordata anche con un
testo
pubblicato sulla rivista on line del Pime.

Lascia un commento:

* obbligatorio